Milano – Dopo Salone del design: ancora un flop nella gestione del quartiere coinvolto

Immagine.Salone del MobileLa manifestazione  del salone del mobile e design appena conclusasi in zona Tortona, per tutta la durata, si è svolta con una Amministrazione Comunale distratta, per non dire assente.

L’obbiettivo del successo dell’evento è stato raggiunto ma il prezzo, in fatto di immagine pagato dalla Città di Milano, è stato altissimo.

Se questi giorni venissero qualificati quali prodromo di EXPO 2015, siamo messi proprio male.

L’evento del Salone del Mobile in Via Tortona si è svolto senza “regia”.

La zona non è stata tenuta in ordine, accogliente.

Nessuna segnaletica.

Le persone arrivate per la prima volta a Milano raggiungevano Via Tortona seguendo chi le precedeva uscendo dalla Stazione MM di Porta Genova.

È stata una grande festa che ha lasciato tante perplessità.

Le casse sono vuote?

Preoccupatevi.

In questi giorni a chi si è recato in zona Tortona non è stata garantita la sicurezza dell’igiene.

La totale assenza di servizi igienici pubblici in zona, l’altissimo consumo di birra e le tonnellate di lattine distribuite gratis dalla RED BULL hanno trasformato gli angoli delle strade e i cassonetti in orinatoi all’aria aperta a partire dall’uscita della MM Porta Genova a tutta la zona Tortona.

In conseguenza di ciò le mura e  tutti gli angoli delle strade della zona emanavano un odore nauseabondo.

Le scale del ponte di ferro, e tutto il percorso insieme ai marciapiedi, hanno evidenziato le conseguenze di tutto ciò.

L’Amsa nei giorni del Salone non ha mai lavato le strade, né il ponte e neanche spruzzato disinfettante.

L’unico servizio igienico  esistente era quello all’interno della Stazione FS,  chiuso da tempo.

La presenza di ambulanti abusivi,  indisturbati e aggressivi, nonostante la presenza di Vigili, hanno aumentato la sensazione dell’assenza della regia Comunale.

Noi, dell’Associazione Verdi Ambiente e Società, non ci rassegniamo.

Amiamo la nostra Città, amiamo Milano.

Tutto ciò ci ha messo di malumore, ma  continueremo nelle nostre denunce e vigileremo che ciò non abbia più a ripetersi.

Per Vas Lombardia

Francesco Tusino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas