Settimana europea dei Parchi

 

Immagine.Settimana europea dei parchi Oggi 24 maggio si festeggia la Giornata Europea dei Parchi e si rinnova l’iniziativa della Federazione Europea dei Parchi (EUROPARC) per ricordare il giorno in cui, nell’anno 1909, venne istituito in Svezia il primo parco europeo.

In Italia la data del 24 maggio si dilata su più giorni, con un ricco programma di incontri, escursioni, mostre ed attività ambientali.

In occasione della Giornata Europea dei Parchi indetta dalla Federazione,  Europea dei Parchi, quest’anno si celebrano per la prima volta anche i Giardini visitabili italiani.

Un patrimonio unico al mondo capace di interpretare pienamente il messaggio della giornata e di rappresentarne l’“italianità”.

All’appuntamento non poteva mancare la Associazione Parchi e Giardini d’Italia (APGI,), organizzazione nazionale di riferimento e coordinamento degli enti e dei soggetti pubblici e privati, che si occupano di parchi e giardini.

Immagine.APGI

Promossa da Arcus S.p.A. –  Società per lo Sviluppo dell’arte, della cultura e dello spettacolo, costituita nel mese di febbraio 2004 con atto del Ministro per i Beni e le Attività Culturali – la costituzione dell’APGI è avvenuta con il coinvolgimento di alcune tra le organizzazioni italiane più attive nella tutela e valorizzazione del paesaggio e dei beni culturali.

 Immagine.Arcus

Grazie alla prima edizione di “Italia Natura d’Europa: dalle aree protette ai giardini visitabili”, progetto promosso dall’APGI in collaborazione con Federparchi, finalmente anche i giardini visitabili potranno legarsi ai valori, al messaggio e alla visibilità della Giornata Europea dei Parchi.

Italia Natura d’Europa prende spunto dalle attività di valorizzazione e tutela avviate proprio da Federparchi finalizzate alla salvaguardia della biodiversità del nostro paese.

Attraverso “Italia Natura d’Europa” – che rappresenta “l’anello mancante” tra i parchi, le riserve e il mondo dei giardini visitabili italiani – verrà avviato, contestualmente alla promozione del comparto, un censimento per individuare lo stato dell’arte della biodiversità floreale del Bel paese e quindi attivare tutte le azioni utili per mappare le specie e tutelarle.

Tema della Giornata Europea dei Parchi  2014 è la pace: una scelta non casuale visto che quest’anno cade il centenario dello scoppio della Grande Guerra e molti parchi – nel secolo scorso – sono stati teatro di questo conflitto.

Italia Natura d’Europa prevede una serie d’iniziative che – in occasione del 24 Maggio – promuoveranno celebrazioni e appuntamenti sui territori che ispirati alla tematica 2014 avranno l’obiettivo di favorire l’afflusso del pubblico nei giardini.

Con Italia Natura d’Europa si apre anche una nuova fase di dialogo nel settore dell’Horticultural Tourism nel nostro paese: APGI e Federparchi hanno infatti sottoscritto un accordo che – pur mantenendo inalterate vocazione, mission e autonomia – favorirà una collaborazione nell’ottica di una più ampia promozione delle aree verdi e dei giardini visitabili italiani; nonché valuterà sinergie reciproche per avviare progetti comuni di valorizzazione nel comparto dell’Horticultural Tourism a livello internazionale.

Il clou della “Settimana europea dei Parchi” va dal 24 maggio al 2 giugno.

Oltre al tema della pace, la “Settimana europea dei Parchi” ha già un suo più preciso tema.

Si vuole ricordare così il giorno in cui, nell’anno 1909 (il 24 maggio), venne istituito in Svezia il primo parco europeo.

Dal mare alle montagne passando per antichi borghi e caratteristici paesaggi collinari e fluviali, in tutta Italia sarà un fiorire di iniziative.

Spesso con gratuità o riduzioni nel biglietto d’ingresso ai parchi.

Il tema della ‘Giornata europea dei Parchi 2013” – dicevamo – è il seguente: “Il mio Parco. La mia Passione. La mia Storia”.

Si chiede in pratica di condividere l’esperienza più emozionante e meravigliosa vissuta in un’area protetta.

Associazioni, enti gestori, organizzazioni che operano nei parchi promuoveranno e organizzeranno quindi attività che permettano alle persone di esprimere in maniera creativa le loro passioni, le emozioni e le esperienze.

Gli eventi, di cui parchi e riserve si faranno ancora una volta promotori, hanno lo scopo di diffondere la consapevolezza dell’esistenza di una rete di aree protette con alto valore nella conservazione e nel riequilibrio della biodiversità.

È anche l’occasione per promuovere azioni sempre più orientate alla tutela del paesaggio, a rafforzare la cultura ambientale, a indurre da un lato a un maggior senso di appartenenza e, dall’altro, a una maggior riconoscibilità e attrattività dei nostri territori.

Federparchi, in particolare, ha in cantiere due iniziative: la firma di un protocollo nazionale con Uisp, l’Unione italiana sport per tutti e una campagna di divulgazione del concorso fotografico Univerde, promosso dall’omonima Fondazione e dalla Società Geografica Italiana onlus.

 Immagine.Univerde

Immagine.Società geografica Italiana

Il concorso – che prende il nome di “Obiettivo Terra”, giunto alla 4° edizione, intende valorizzare il patrimonio ambientale dei Parchi nazionali e regionali d’Italia.

Fino al 24 Maggio una lunga marcia di avvicinamento ha coinvolto i giardini, i media, le istituzioni europee, nazionali e territoriali per creare attesa intorno al progetto e quindi esprimere al massimo le sue potenzialità.

Con uno sguardo puntato già al 2015, anno dell’Expo: che rappresenterà il grande contenitore in cui inserire Italia Natura d’Europa quale veicolo di promozione e valorizzazione dei giardini visitabili italiani.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas