Tavola della pace: da Firenze ad Assisi contro tutte le guerre

 

Immagine.Tavola della Pace

100 anni fa, persone fra loro sconosciute, si sono combattute nella Grande Guerra fino ad uccidersi, a milioni, difendendo gli interessi di una classe – scriveva don Milani – di cui non facevano né avrebbero potuto mai fare parte.

Immagine.Tavola per la Pace.2

Da allora si sono susseguite innumerevoli guerre, a difesa degli interessi di un’economia spesso senza volto, che hanno causato e causano la morte di un numero innumerevole di persone e l’impoverimento dell’intera società.

E ciò è tanto più grave a fronte dell’odioso arricchimento dei produttori di armi e dell’insipienza di governanti che, mentre parlano d’Europa, si prostrano di fronte alla richiesta della NATO di aumentare le spese militari senza, peraltro, alcuna previa discussione in Parlamento.

Domenica 19 ottobre, in tanti, cammineremo ancora un volta da Perugia ad Assisi per la Pace e la Fraternità, per dire NO a quella che si configura come la 3° Guerra Mondiale, per contribuire alla costruzione della Grande Pace.

Immagine.Tavola per la Pace.1

Con questo spirito la Tavola della Pace comunica la sua adesione alla Manifestazione Nazionale che si svolgerà a Firenze il prossimo 21 settembre, per fare tutti assieme Un Passo di Pace.

Immagine.Bandiera della pace

Farlo assieme, infatti, assume il significato di accantonare individualismi ed interessi di parte i quali, aldilà di ogni diversa intenzione, finiscono per indebolire il lavoro di ogni costruttore di pace dando forza, invece, a coloro che operano per un mondo fatto di disuguaglianze e, quando serve, di guerre.

Giuseppina Gianfranceschi

Piero Piraccini

Coordinatori nazionali Tavola della pace

Perugia, 15 settembre 2014

Per comunicazioni: Tavola della pace, via della viola 1 (06122) Perugia

Tel. 335.6590356 – 075/5736890 – fax 075/5739337

email: tavola@perlapace.itwww.perlapace.it

*************************

 La Tavola della Pace” è una nuova esperienza di coordinamento e di confronto tra chi lavora nel nostro paese per promuovere la pace, i diritti umani e la solidarietà.

Vi aderiscono centinaia di associazioni, organismi laici e religiosi ed Enti Locali di tutte le regioni italiane.

Fondata il 13 gennaio 1996 presso il Sacro Convento di S. Francesco di Assisi dai promotori della Marcia per la pace Perugia/Assisi “Noi popoli delle Nazioni Unite”, la “Tavola della Pace” vuole essere innanzitutto un punto di riferimento e una sede di raccordo dei tanti fili che molti stanno seguendo nel proprio impegno per la pace.

Non intende essere una nuova organizzazione ma un luogo di confronto, di verifica e di progettazione comune.

Un punto di riferimento e di raccordo: uno spazio per la conoscenza, lo scambio di informazioni e lo sviluppo della collaborazione tra chi lavora per la pace e la solidarietà.

La “Tavola” vuole essere un luogo originale d’incontro tra associazionismo, volontariato ed Enti Locali nel pieno rispetto del diverso ruolo di ciascuno.

Un luogo di confronto: chi siede alla “Tavola” non ha il vincolo dell´unanimità ma del confronto che di volta in volta sarà focalizzato su temi precisi e di grande attualità.

Un luogo di verifica dell´impegno per la pace nel nostro paese, dei suoi limiti, della sua efficacia e dei suoi problemi.

La Tavola della pace vuole essere anche la Tavola dell´unità: dove il movimento per la pace può definire un programma di attività e un´agenda comune che va oltre l´emergenza.

L´utilità della “Tavola” dipende anche dalla capacità di attivare e alimentare dei processi e non solo realizzare degli eventi.

Grande attenzione viene dunque riposta nella scelta degli obiettivi e delle forme operative.

Le iniziative della “Tavola comune” non intendono solo rafforzare l´azione politica e rivendicativa del movimento per la pace ma puntano a suscitare un nuovo atteggiamento dell´opinione pubblica.

Oggi la Tavola della Pace rappresenta: una rete capillare di associazioni, gruppi ed Enti Locali; una rappresentanza informale ma sostanzialmente riconosciuta in tante sedi nazionali e internazionali del movimento per la pace; un ricco patrimonio di esperienze e iniziative di cui le Marce Perugia-Assisi e le Assemblee dell’Onu dei Popoli sono gli elementi principali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas