DOSSIER “TELEFONO ANTIMAFIA E ANTICORRUZIONE”: il primo RAPPORTO del fenomeno in Lombardia. Ne discutono VAS Onlus, le Istituzioni, la Stampa e i Cittadini

A poche ore dall’operazione «Principe», che ha riportato l’attenzione della magistratura bresciana sul fenomeno delle mafie e della corruzione in Pianura Padana, con l’emissione di 15 ordinanze di custodia cautelare,  il fenomeno di contrasto alla illegalità non si ferma: sono complessivamente 33 gli indagati nell’inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Brescia.

Il tema della illegalità è il fulcro dell’iniziativa che si terrà lunedì 29 settembre, dalle ore 10.00 alle 13,00 presso la Sala Brigida di Piazza Scala 2 a Milano, ove sarà presentato il Primo Rapporto del “Telefono Antimafie e Anticorruzione”.

È una campagna che VAS Lombardia ha già presentato in Comune a Milano nel mese di luglio.

L’incontro con la stampa, le istituzioni e i comitati di cittadini si svolgerà con il coordinamento del Presidente del Consiglio Comunale milanese, Basilio Rizzo.

L’evento sarà moderato dalla “redattrice civile” Rosy Battaglia (giornalista freelance e attivista social blogger).

Introduce il Sen. Guido Pollice, Presidente dell’Associazione VAS Onlus.

Interventi previsti:

Rosario Fiorentino,  Ass. Naz. di Lotta contro le illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto”

Giuseppe Gennari, Magistrato Tribunale di Milano

Fabrizio D’Arcangelo, Gip del Tribunale di Milano

Marco Granelli, Assessore alla Sicurezza del Comune di Milano

Antonio Girelli, Commissione Speciale Antimafia Regione Lombardia

Piero Vincenti, Comandante Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Milano

Daniele Granara, Docente Diritto Costituzionale dell’Università di Genova

Emilio Molinari, Presidente della sezione italiana del Contratto mondiale dell’acqua

Come risultato di questi tre mesi di lavoro dedicato al tema dei reati ambientali e alla persona la notizia del “telefono antimafie e anticorruzione”  è tuttora presente su 56 siti web; 18 amministrazioni lombarde hanno messo la notizia sul loro sito, mentre due Sindaci della provincia di Monza e Brianza hanno dato la disponibilità ad organizzare degli incontri sul tema.

 

Per VAS Onlus

Alfio Rizzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas