Clima, accordo Usa-Cina per la riduzione delle emissioni dei gas serra

Articolo pubblicato il 12 novembre 2014 sulla sezione Ambiente&Energia del sito www.ansa.it .

Usa e Cina hanno raggiunto un accordo per ridurre le emissioni di gas serra. 

Lo riferiscono i media americani. 

Lo storico accordo, annunciato congiuntamente dal presidente Usa Obama e dal collega cinese Xi, prevede nuovi obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio degli Usa e l’impegno della Cina di fermarne l’aumento entro il 2030. 

Immagine.Obama e Jinping.00

Funzionari americani riferiscono che l’accordo tra i due paesi più inquinatori al mondo è stato ottenuto dopo negoziati segreti tra Stati Uniti e Cine in nove mesi, compresa una lettera di Obama a Xi. 

L’intesa propone un approccio comune che potrebbe stimolare gli sforzi per negoziare un nuovo accordo globale sul clima entro il 2015. 

Come parte dell’intesa, Obama ha annunciato che gli Usa si sono impegnati per una riduzione del 26-28% delle emissioni entro il 2025, mentre Pechino si impegna a diminuire il picco delle emissioni entro il 2030, se non prima. 

Per raggiungere l’obiettivo Xi ha annunciato che le cosiddette fonti energetiche pulite, come l’energia solare e eolica, potrebbe rappresentare il 20 per cento della produzione totale cinese entro il 2030. 

Clima: Obama, orgoglioso per accordo storico 

Il presidente americano Barack Obama ha affermato di essere “orgoglioso” per lo “storico” accordo con Pechino sulla riduzione delle emissioni dei gas serra. 

Cina-Usa: Xi Jinping, pronti a collaborare su clima ed ebola 

Il presidente cinese Xi Jinping ha affermato che la Cina è pronta a collaborare con gli Usa su una serie di questioni di importanza globale come il clima.  

Mentre Xi parlava, la Casa Bianca ha diffuso il testo dell’accordo raggiunto tra i due presidenti per la riduzione delle emissioni di gas inquinanti.

Galletti, accordo storico Usa-Cina su emissioni  

Un accordo storico” quello tra Usa e Cina sulle emissioni di gas serra. 

Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, ad Agorà sui Rai Tre, parla dell’intesa tra Stati Uniti e Cina definendolo “un  passo epocale“.

Kerry, impegno Usa e Cina spinta a Conferenza Parigi

Stati Uniti e Cina sono le due maggiori economie al mondo, i due più grandi consumatori di energia e i due più grandi produttori di gas serra“, e per questo l’intesa tra il presidente americano Barack Obama e quello cinese Xi Jinping sulle emissioni di gas inquinanti è qualcosa che “avrà grandi conseguenze nella lotta ai cambiamenti climatici” afferma il segretario di Stato Usa, John Kerry, in un commento pubblicato sul New York Times in cui definisce l’accordo “storico” e “una pietra miliare” nelle relazioni tra i due Paesi.

 Immagine.John Kerry

John Kerry

I presidenti americano e cinese, scrive Kerry, hanno annunciato l’obiettivo di ridurre le emissioni di carbonio nel periodo dopo il 2020. 

Così facendo, insieme, e ben prima della scadenza stabilita dalla comunità internazionale, stiamo incoraggiando altri Paesi a presentare presto ambiziosi obiettivi per ciò che riguarda la riduzione delle loro emissioni e a superare le tradizionali divisioni, in modo che possiamo concludere nel 2015 un forte accordo globale sul clima“. 

L’annuncio dell’intesa raggiunta a Pechino, continua Kerry, può fornire “una spinta ai negoziati globali sul clima che ricominceranno tra meno di tre settimane a Lima, in Perù, culmineranno l’anno prossimo a Parigi”. 

Due Paesi considerati per 20 anni come i leader degli opposti schieramenti nei negoziati sul clima – sottolinea infine Kerry – si sono uniti per trovare un capo comune, determinati a compiere progressi duraturi su una sfida globale senza precedenti. Assicuriamoci che questo sui il primo passo verso un mondo più prospero e più sicuro“. 

Braga (Pd), tra Cina e Usa accordo storico

L’accordo tra Cina e USA sulla riduzione di emissioni inquinanti è un fatto storico, una vera svolta e un segnale politico di grande incoraggiamento per gli altri Paesi in vista dei prossimi appuntamenti sul clima per la Cop 20 di Lima e la Conferenza di Parigi del 2015. L’impegno di Cina e USA, grandi emettitori di gas serra, rappresenta uno stimolo per tutti i Governi e in particolare per l’Europa per rilanciare la strategia di contrasto ai cambiamenti climatici, come suggerito alcuni giorni fa dagli gli scienziati dell’IPCC e che Usa e Cina hanno accolto responsabilmente“. 

Lo dice Chiara Braga, responsabile ambiente del Pd.

 Immagine.Chiara Braga

Chiara Braga

Da oggi il traguardo di un accordo globale sul clima a Parigi è un po’ più vicino; un punto di arrivo a cui guardare con fiducia e per il quale mettere in campo il massimo impegno da parte di tutti quei Paesi già impegnati nella negoziazione sugli obiettivi del 2015. Noi lavoreremo affinché l’Europa sia sempre più in prima fila nel concorrere agli obiettivi sul clima previsti nell’accordo siglato dal Consiglio d’Europa lo scorso 24 ottobre“, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas