Sono passati 45 anni da quel giorno

 

Il giorno della strage di Piazza Fontana.

La sede dello PSIUP dove mi trovavo era poco distante, con altri compagni ci siamo precipitati, praticamente dopo pochi minuti dallo scoppio e la piazza non era ancora stata recintata, già c’erano quelli della Statale (era a pochi metri) e si ebbe immediatamente la certezza dell’inizio della “strategia della tensione” (le avvisaglie c’erano già state).

Immagine.Piazza FGontana

Bastarono pochi minuti, pur nello sconforto della tragedia, e partì la mobilitazione e poi il corteo.

Il resto è storia drammatica e senza fine, costellata di menzogne, di processi mai conclusi con la verità, di insabbiamenti, di morti, di omicidi e di altre stragi.

Non si può continuare a far finta di niente, è necessario che le nuove generazioni sappiano perché non si può affrontare il futuro senza capire e leggere il passato.

DICHIARAZIONE DI GUIDO POLLICE PRESIDENTE NAZIONALE DI VAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas