Inviata al Papa la lettera di adesione al documento sugli OGM

 

Su questo stesso sito il 27 febbraio 2015 è stato pubblicato un articolo dal titolo “Adesione al documento sugli OGM inviato al Papa”, che dava notizia della relazione dal titolo come titolo “Perché le colture transgeniche sono una minaccia per gli agricoltori, la sovranità alimentare, la salute e la biodiversità del pianeta”, redatta da 8 scienziati e trasmessa al Papa: l’articolo faceva sapere anche che il Comitato Amigos MST stava finendo di raccogliere adesioni qualificate perché poi vorrebbe mandare una lettera al Papa con le adesioni italiane, chiedendogli di pronunciarsi contro gli OGM nella sua prossima enciclica sull’ambiente, OGM che sono certamente   un paradigma della manipolazione della vita. (http://www.vasonlus.it/?p=11571).

Riceviamo ora da Antonio Lupo e volentieri pubblichiamo la lettera trasmessa al Papa con tutte le adesioni, che ha trasmesso a VAS con la seguente nota di accompagno. 

cari amici, la lettera che abbiamo firmato (in allegato con tutte le firme) è stata inviata a Papa Bergoglio, tramite Joao Pedro Stedile, dirigente di Via Campesina Internazionale,  che l’ha inoltrata direttamente al Cardinale Turkson, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace e attuale coordinatore della Enciclica sull’Ecologia, che il Papa è in procinto di pubblicare.

Vi pregherei, se lo ritenete opportuno, di diffondere e far conoscere questa nostra iniziativa comune ..

Sarebbe bello e utile se riuscissimo a bucare il muro del silenzio dei media sulle nostre preoccupazioni nei confronti degli OGM, media che invece  danno grande spazio, vedi Repubblica,

a posizioni individuali come quella della illustre  Senatrice Elena Cattaneo, che ha iniziato da mesi una intensa campagna proOGM .

un caro saluto

Antonio Lupo

Comitato Amigos Sem terra Italia

 Immagine.Amigos MST Italia

Caro Papa Francesco, 

Le scriviamo perché vediamo in Lei la voce più autorevole che si leva criticamente in questa realtà sociale ed economica così complessa ed ingiusta. 

Condividiamo il documento che otto scienziati Le hanno inviato il 30 aprile scorso e lo abbiamo sottoscritto insieme ad altri, biologi, medici, contadini, cittadini (sul sito web www.cibosostenibile.it). 

Crediamo che sia molto valido anche per il nostro paese, nel cuore di un’Europa che prosciuga voracemente le risorse alimentari ed energetiche del globo. 

Nel mondo osserviamo una temibile combinazione tra Coltivazioni-Ogm, uso di Mangimi-Ogm e Pesticidi, consumo eccessivo e continuo di acqua dolce ed energia fossile, tutte espressioni del modello agro-alimentare mirato alla mercificazione ed al profitto. 

È un modello che produce non solo fame, ingiustizia, degrado sociale, ma anche gravi danni alla salute umana e all’equilibrio ambientale, danni ormai visibili pure nel nostro paese. 

È necessario affermare la centralità di un’agricoltura contadina, rispettosa della Terra Madre, di cui l’Umanità è parte, e che va preservata per garantire, anche nella nostra Europa, il benessere delle future generazioni e per difendere la Sovranità alimentare e la Salute umana ed animale. 

Per queste ragioni, crediamo che sarebbe un segno di enorme portata se Lei si esprimesse su questi gravi problemi, che incidono pesantemente anche nella vita di milioni di italiani.

 

7 Marzo 2015

 

Giorgio Nebbia

Gianni Tamino – biologo – Università di Padova

Riccardo Rifici – biologo – funzionario Ministero dell’Ambiente

padre Alex Zanotellimissionario comboniano

Moni Ovadia – attore teatrale, scrittore e drammaturgo

Serena Romagnoli – insegnante – Amig@s MST – Roma

Roberto Romizi – presidente Associazione Medici per l’Ambiente (ISDE Italia)

Emilio Molinari – già presidente Contratto Mondiale dell’acqua

don Albino Bizzotto – Beati Costruttori di Pace onlus

Christian Cabrera – contadino – AIAB- Coordinamento di Via Campesina Europea

Piero Bevilacqua – docente Università La Sapienza – Roma

Tonino Perna – docente Università di Messina- Assessore Cultura Comune di Messina

Patrizia Gentilini – medico oncologo – Forlì

Antonio Lupo – medico – Comitato Italiano Amig@s Sem Terra (MST)

Domenico Finiguerra – forum nazionale “Salviamo il paesaggio” – Abbiategrasso (Mi)

Adriano Zaccagnini – vicepresidente commissione Agricoltura Camera Deputati

Basilio Rizzo – presidente del Consiglio Comunale di Milano

Marcello Buiatti – docente di Genetica – Università Firenze

Claudia Fanti – giornalista

Paolo Cacciari – giornalista – Associazione per la decrescita – Venezia

Vittorio Agnoletto – medico – Università degli Studi di Milano

Giovanni Beghini – medico di base – Verona

Angelo Baracca – docente Università di Firenze

Aldo Zanchetta – presidente RE:Common – Lucca

Cinzia Thomareizis – segretaria Contratto Mondiale Acqua (CICMA)

Rodolfo Canciani – responsabile programmi America latina – Fratelli dell’Uomo onlus

Guido Viale – saggista ed economista

Rosario Lembo – presidente Contratto Mondiale sull’acqua-Onlus (CICMA) Vittorio Bardi – presidente Sì Rinnovabili, No al Nucleare

Giovanna Procacci – docente – Università di Milano

Marco Caldiroli – Medicina Democratica onlus

Giuseppe De Marzo – Campagna “Miseria ladra”promossa da Libera e Gruppo Abele

Peppino Coscione – Comunità cristiana di base di Oregina- Genova

Guido Pollice – presidente VAS- Verdi Ambiente e Società

Silvana Galassi – già cattedra di Ecologia – Università degli Studi Milano

Marco Calabria – giornalista

Marco Iob – presidente Centro di Volontariato Internazionale CeVI

Giacomo Bozzo – contadino – ASCI Liguria

Antonio Vermigli – giornalista

Chiara De Poli – impiegata – Amigos MST Italia

Antonio Peratoner – medico – Associazione per la Decrescita – Rete Radie’ Resch

Carlo Modonesi – docente Ecologia Umana – Università Studi di Parma

Gigi Malabarba – RiMaflow fabbrica recuperata – Milano

Michele Monetta – presidente UPBIO (Unione produttori biologici e biodinamici)

Edoardo Bai – medico del lavoro – Comitato Scientifico Legambiente

Franco Trinca – presidente Associazione NOGM

Teresa Tacchella – giornalista

Fabio Parascandolo – geografo – Università di Cagliari

Franco Calamida – Associazione Costituzione Beni Comuni

Ruggero Ridolfi – medico oncologo – ISDE Forlì-Cesena

Stefano Bianchi – presidente AIAB Veneto

Piero Basso – presidente cooperativa DAR Casa

Roberto Masciadri – insegnante – Amig@s MST-Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas