Deposito nucleare: da Ispra mappa siti a ministeri entro 10/7

 

(ANSA del 17 giugno 2015, ore 12:01) – L’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) consegnerà entro la prima decade di luglio la mappa aggiornata dei siti potenzialmente idonei ad ospitare il deposito nucleare nazionale ai ministeri dello Sviluppo economico e dell’Ambiente.

Lo rendono noto il ministero dell’Ambiente e l’Ispra sul sito online del dicastero, precisando che successivamente i ministeri potranno procedere a rilasciare il nulla osta alla pubblicazione della mappa.

L’Ispra – si legge sul sito del ministero dell’Ambiente – ha ricevuto in questi giorni dalla Sogin (la società di Stato che si occupa dello smantellamento delle centrali nucleari e della gestione dei rifiuti radioattivi, ndr) l’aggiornamento della Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) alla localizzazione del deposito nazionale e della relativa documentazione.

Tale aggiornamento era stato richiesto lo scorso aprile dai ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo economico per recepire i rilievi formulati nella relazione predisposta dall’Ispra stesso sulla base della prima proposta di Cnapi, presentata dalla Sogin nel gennaio scorso“.

L’Ispra, prosegue la nota, “ha in corso le conseguenti attività di verifica, che prevede di completare con la trasmissione ai ministeri dell’aggiornamento della proposta di Cnapi e della propria relazione entro la prima decade del prossimo mese di luglio, affinché i ministeri stessi possano procedere a rilasciare alla Sogin il nulla osta alla pubblicazione della Carta“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vas