Acque bianche e maleodoranti… dal depuratore direttamente nel fiume!!!

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il seguente comunicato.

ACQUE BIANCHE E MALEODORANTI NEL SARNO

Gli attivisti del WWF e del Meet-up amici di Beppe Grillo di S.Antonio Abate e Scafati denunciano lo scarico in atto!!!

Al confine tra i comuni di Scafati e S.Antonio Abate, da alcuni giorni i cittadini che abitano in via Calvanese, lamentavano odori nauseabondi.

Assieme agli attivisti del Meet-up di S.Antonio Abate e Scafati, nel pomeriggio di mercoledì 26 agosto, ci siamo recati sul luogo ed abbiamo notato che dal canale del depuratore Medio Sarno gestito dalla Gori Spa, da dove dovrebbero uscire le acque depurate, fuoriuscivano liquami di colore grigio-biancastro e dall’odore acro e pungente che si immettevano nel canale Marna per poi confluire nel fiume Sarno.

Immagine.Depuratore medio Sarno

Depuratore Medio Sarno

La fuoriuscita di sostanze inquinanti e maleodoranti si è protratta per molto tempo ed è stata documentata con un video.

Immagine.Liquami in uascita dal depuratore del medio-Sarno

Immagine.Liquami in uscita dal depuratore

Liquami in uscita dal depuratore

È stato richiesto al 1515 l’intervento del Corpo Forestale dello Stato che, causa incendi in atto, non è potuto intervenire, poi è stata allertata tramite il 1530 la Capitaneria di Porto di Castellammare che aveva i propri uomini impegnati a pattugliare le coste, ma ha preso in cura il caso facendo intervenire la Polizia Locale di Scafati e quella di Sant’Antonio Abate.

Agli agenti, accorsi sul posto, dopo circa due ore dal nostro allarme, per prendere visione e documentare l’accaduto, abbiamo sollecitato di chiamare l’ARPAC per i rilievi e le analisi delle acque.

Il caso è ora al vaglio della Polizia Locale di Scafati, in quanto la zona in questione ricade nel territorio di loro competenza.

Lo sversamento di liquami di natura presumibilmente fognaria, ma di cui al momento si ignora esatta composizione e consistenza, ha di fatto provocato una grave alterazione morfologica delle acque con un conseguente visibile danneggiamento paesaggistico-ambientale.

Visto che tali scarichi sembrerebbero protrarsi da giorni, alle autorità competenti è stato chiesto un sollecito interessamento atto a promuovere:

– l’individuazione della provenienza delle sostanze fuoriuscite dalla condotta e giunte nelle acque del Canale Marna;

– l’accertamento della qualità delle acque fluviali nel punto segnalato per poter valutare l’entità dell’eventuale Danno Ambientale alla Flora e alla Fauna del Sito;

– l’accertamento della presenza di inquinanti nel punto interessato dalla fuoriuscita di liquami, anche tramite operazioni di carotaggio dell’alveo;

– l’attuazione di tutte le eventuali procedure di Bonifica del Sito e di messa in sicurezza dell’area così come previsto dalle normative vigenti (L.152/06);

– l’individuazione di tutte le responsabilità civili e/o penali anche di carattere omissivo da parte di pubbliche amministrazioni ed enti gestori.

Auspichiamo che le Autorità competenti facciano il loro lavoro nel migliore dei modi e accertino i fatti ed eventuali responsabilità.

Immagine.Il canale Marna affluente del Sarno 

Il canale Marna affluente del Sarno

Ci auguriamo solo che dal depuratore non siano state scaricate nel canale Marna sostanze nocive per la salute umana e per l’ambiente!!!

 

 

27.08.2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas