Abusivismo edilizio, in Campania droni per il monitoraggio

 

Immagine.Droni contro abusivismso edilizio

Si è svolta ieri [24 settembre 2015, ndr.], presso la Presidenza della Regione Campania, una importante riunione del Gruppo di Lavoro tecnico-amministrativo impegnato sui temi della legge urbanistica, del piano paesaggistico, dell’abusivismo edilizio e del piano di utilizzo delle aree demaniali.

Si è avviato, in questo campo decisivo, il lavoro di rinnovamento e semplificazione legislativa.

L’obiettivo è quello di rilanciare l’economia della trasformazione urbana, come una delle grandi leve per lo sviluppo della regione, e la creazione di nuova occupazione.

Difendere il territorio e l’ambiente è un obiettivo pienamente compatibile con il rilancio degli investimenti. 

MISURE CONTRO L’ABUSIVISMO EDILIZIO.

Sul tema dell’abusivismo, nelle prossime settimane la Regione presenterà ai Gruppi parlamentari della Campania una ipotesi di modifica legislativa sia nazionale (per le competenze esclusive dello Stato in materia di abusivismo), sia regionale, per la parte di competenze relative.

Inoltre, sarà avviato nei prossimi giorni un lavoro congiunto con il Ministero dei Beni culturali sul tema della copianificazione paesaggistica.

L’obiettivo è quello di delimitare con chiarezza i territori sottoposti a vincolo, liberando dall’obbligo di parere delle Sovrintendenze buona parte del territorio regionale, e di definire con chiarezza i contenuti del vincolo per le aree ad esso sottoposte.

DRONI E SATELLITI.

Si è deciso anche di realizzare forme di controllo del territorio con le nuove tecnologie (satelliti, droni, aerei), in maniera tale che ogni amministrazione comunale sappia in permanenza quale è la situazione del proprio territorio.

L’obiettivo è quello di non far realizzare gli abusi, non di combatterli dopo che sono stati realizzati.

 

(Articolo pubblicato con questo titolo il 25 settembre 2015 sul sito “Casa&Clima”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas