Clima: sistemi energetici a rischio per eventi estremi

 

Immagine.Sistemi energetici a rischio

Le infrastrutture energetiche mondiali sono a rischio per gli effetti del cambiamento climatico.

Il surriscaldamento del Pianeta, con l’incremento di eventi estremi come tempeste e alluvioni, minaccia infatti le centrali e le reti di distribuzione.

Le conseguenze sarebbero “catastrofiche”, e per evitarle servono nuovi approcci nella gestione e nei finanziamenti.

Lo afferma il Consiglio mondiale dell’energia (Wec), organizzazione internazionale accreditata all’Onu con 3mila membri pubblici e privati in 90 paesi che punta a promuovere un sistema energetico stabile, economico ed ecosostenibile.

Nel suo nuovo report, il Wec sottolinea come negli ultimi decenni gli eventi estremi siano quadruplicati, passando dai 38 del 1980 ai 174 del 2014, anno in cui le perdite globali assicurate derivanti da catastrofi naturali e disastri umani sono state di 35 miliardi di dollari, mentre le perdite non assicurate hanno superato i 130 miliardi.

Gli eventi che oggi sono improbabili domani saranno la realtà. Dobbiamo essere più intelligenti e immaginare l’improbabile“, dice il segretario generale del Wec, Christoph Frei, che rileva l’urgenza di passare dai sistemi tradizionali ‘fail-save’, a prova di guasto e basati su eventi previsti, a sistemi ‘save-fail’, resilienti, che tengano conto degli eventi meteorologici inattesi e siano in grado tornare a operare dopo il loro verificarsi.

Il nostro rapporto – sottolinea – dimostra che le attuali stime dei costi per l’adattamento dei sistemi energetici non tengono conto interamente degli ulteriori finanziamenti necessari per far fronte a questi nuovi rischi“.

 

(ANSA del 1 ottobre 2015, ore 19:15)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas