Clima: quindicenne nativo americano fa causa ad Obama

 

Obama denunciato.

Ha fallito sulle sue politiche sul clima“: con questa motivazione un ragazzo di 15 anni, nativo americano del Colorado, ha fatto causa a Barack Obama, unendosi a 21 altri giovani attivisti guidati da uno scienziato della Columbia University, James Hansen.

Il teenager si chiama Xiuhtezcatl Tonatiuh, ed è famoso per le sue battaglie ambientaliste già da quando aveva 6 anni.

Tanto che la stessa Casa Bianca lo premiò nel 2013 con lo United States Community Service Award, con il presidente che lo scelse come il piu’ giovane dei 24 membri del President’s Youth Council, il Consiglio della gioventù.

Ma secondo il ragazzo Obama non sta facendo il suo dovere, soprattutto perché la sua amministrazione non ha ancora detto addio ai carburanti fossili.

Hai fallito – afferma il ragazzo rivolgendosi al presidente in una intervista alla Cnn – ti riteniamo responsabile per la tua mancanza di azione“.

Tonatiuh è arrivato alla conferenza sul clima di Parigi assieme ad un gruppo di giovani attivisti per far sentire la propria voce.

Secondo il giovane, anche se Obama sta spingendo per un maggior numero di auto ecologiche ciò non e’ abbastanza, perché per contenere il riscaldamento globale entro i due gradi rispetto ai livelli pre-industriali occorre mandare completamente in pensione il carburante fossile.

Il motivo per cui lottiamo – continua – è per un mondo in cui vogliamo crescere e far crescere i nostri figli e nipoti. Noi siamo in questa battaglia perché riguarda il pianeta che vogliamo ci venga lasciato“.

 

(ANSA del 2 dicembre 2015, ore 00:39)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas