Il cambiamento climatico minaccia anche il cervello

 

Più 43°

Il cambiamento climatico non minaccia solo il cuore e i polmoni, ma anche il cervello.

Stando a uno studio statunitense presentato alla Casa Bianca, il riscaldamento globale farà sempre più vittime a causa delle ondate di calore con ictus e problemi respiratori, ma darà vita anche a problemi mentali come depressione, ansia e disturbo post traumatico da stress per via di eventi estremi come uragani e inondazioni.

Stando alla ricerca, condotta da un centinaio di scienziati che lavorano in otto agenzie governative statunitensi, le ondate di calore che attualmente causano in Usa tra le 700 e le 1.300 morti all’anno potrebbero fare 11mila vittime in più ogni anno nel 2030, e 27mila in più nel 2100.

Le fasce di popolazione più colpite sono le donne incinte, i bambini e gli anziani, così come i poveri, gli immigrati, i lavoratori all’aperto e chi già soffre di disabilità o malattie.

Oltre a questo, il cambiamento climatico può minare la salute psichica dei cittadini sottoposti agli eventi estremi, anche se – spiegano i ricercatori – serviranno ulteriori ricerche per valutare tali rischi. 

 

(ANSA del 5 aprile 2016, ore 9:52)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas