Banca Mondiale, 28% finanziamenti a lotta cambiamento clima

 

Aiuti Banca Mondiale

ROMA, 8 APR – La Banca Mondiale ha approvato il Piano d’azione sul cambiamento climatico, con cui punta a incrementare gli sforzi per contrastarlo e ad aiutare le nazioni in via di sviluppo a mantenere gli impegni presi sul taglio delle emissioni di CO2 alla conferenza Onu di Parigi sul clima del dicembre scorso.

Per farlo, destinerà il 28% dei propri investimenti direttamente a progetti per contrastare il riscaldamento globale.

Tra gli obiettivi, sostenere i paesi in via di sviluppo ad aggiungere 30 gigawatt di energie rinnovabili, abbastanza da alimentare 150 milioni di famiglie, entro il 2020.

Almeno 16 miliardi di dollari all’anno, da tutte le istituzioni finanziarie del gruppo della Banca Mondiale, andranno a progetti per mitigare il cambiamento climatico, incluse energie rinnovabili ed efficienza energetica.

Altri 13 miliardi dovrebbero arrivare dal settore privato nel giro dei prossimi quattro anni.

Entro il 2020, questi sforzi dovrebbero ammontare a circa 29 miliardi all’anno, cioè un terzo dei 100 miliardi annui promessi dai paesi ricchi a quelli poveri all’interno degli accordi internazionali sul clima.

Ci stiamo muovendo con urgenza per aiutare le nazioni ad aumentare le fonti di energia rinnovabile, diminuire le fonti di energia ad alto tenore di carbonio, sviluppare sistemi di trasporto verdi e costruire città sostenibili e vivibili per le crescenti popolazioni urbane“, ha detto il presidente del World Bank Group, Jim Yong Kim.

I paesi in via di sviluppo vogliono il nostro aiuto per attuare i propri piani nazionali sul clima, e noi faremo tutto il possibile per aiutarli“.

 

(ANSA dell’8 aprile 2016, ore 13:56)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas