Cerveteri, diffida della città metropolitana alla variante al PRG. Pascucci: ‘La città metropolitana non può annullare l’atto’

 

Il PRG è di certo uno snodo fondamentale nell’agenda politica del Pascucci Bis ed anche un cavallo di battaglia della scorsa campagna elettorale.

Un PRG, è bene ricordarlo, che la città attende da decenni.

Ieri l’opposizione di centrodestra ha riportato il tema all’attenzione dell’opinione pubblica.

Come riportato in questo comunicato stampa http://www.baraondanews.it/c/156954/13174/cerveteri–delibera-n.18-di-adozione-del-p.r.g.-e-relativa-variante–il-centrodestra-presenta-esposto-a-citta-metropolitana-e-comune.htmlAldo De Angelis, Salvatore Orsomando,  Annalisa Belardinelli, Luca Piergentili, Lamberto Ramazzotti hanno presentato un Esposto denuncia inerente proprio la delibera n° n. 18 del 02/05/2017 di adozione del “Nuovo Piano Regolatore Generale (Variante Generale al PRG del Comune di Cerveteri ) approvata con modalità alquanto particolari e in maniera anomala proprio in data 02 maggio 2017 malgrado l’avvenuto scioglimento della seduta consiliare decretato dall’allora Presidente Orsomando, prima della discussione di detta delibera e, successivamente, in presenza di una pregiudiziale, presentata dal consigliere Aldo De Angelis, che ha combattuto per far ritirare quella stessa deliberazione n.18 del 02/05/17″.

La stessa città Metropolitana avrebbe diffidato l’atto del comune di Cerveteri chiedendo di annullarlo.

Su questo abbiamo raggiunto telefonicamente il Sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci: “L’area metropolitana ha fatto una diffida al comune firmata da tre funzionari dell’area che fa seguito ad uno scambio di documenti che era già avvenuto in passato prima dell’adozione del piano.  

Loro sostengono una posizione procedurale che noi non condividiamo. 

Ovviamente come tutti i documenti che ci arrivano ne terremo conto, ma la città metropolitana non ha nessun potere di debilitazione del Consiglio comunale.  

Non può annullare l’atto.  

Ci invita a ritirarla.  

Io personalmente non sono d’accordo e verificheremo.  

Potrebbero aver ragione, ma io credo abbiano torto e risponderemo.  

Diversamente dai consiglieri dell’opposizione che mi sembra siano in allarme solo quando gli fa comodo, non mi sembra che in questi mesi abbiano fatto nessuna azione né in aula né fuori dall’aula sul piano regolatore.  

Sono il sindaco ed ho un altro tipo di responsabilità, non sono per niente d’accordo con la posizione della metropolitana“.

 

(Articolo di Riccardo Dionisi, pubblicato con questo titolo il 21 settembre 2017 sul sito online “Baraondanews”)

 

N.B. – Il Sindaco di Cerveteri ignora (o fa finta di ignorare) che la Variante Generale è stata adottata senza avere espletato la procedura di Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) e che in tal caso il 5° comma dell’art. 11 del D.Lgs. n. 152/2006 dispone che “i provvedimenti amministrativi di approvazione adottati senza la previa valutazione ambientale strategica, ove prescritta, sono annullabili per violazione di legge”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas