Trump revoca bando su trofei di caccia anche per i leoni

 

Non solo elefanti: l’amministrazione Trump rimuove il divieto per gli statunitensi di rientrare in patria con trofei di caccia anche per i leoni.

L’importazione di teste, zampe e altri parti del corpo del felino – si legge sul sito del Fish and Wildlife Service, l’agenzia del governo Usa per la conservazione della fauna selvatica – è consentita per esemplari cacciati in Zambia e Zimbabwe, gli stessi due Stati africani da cui ora è possibile importare anche parti di elefante.

Il bando sull’importazione di trofei di caccia sugli elefanti era stato imposto nel 2014, durante l’amministrazione Obama.

Nel 2015 erano invece state introdotte restrizioni molto dure per i cacciatori statunitensi di leoni africani. Dure le critiche degli ambientalisti.

Per Humane Society, storica Ong animalista Usa, la revoca “stende il tappeto rosso al prossimo Walter Palmer“, il dentista del Minnesota balzato agli onori della cronaca nel 2015 per aver ucciso Cecil, leone simbolo di un parco naturale dello Zimbabwe.

 

(ANSA del 17 novembre 2017, ore 13:04)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas