Quali città scomparirebbero se il livello dei mari si alzasse di alcuni metri

 

Pubblicato su Rivistanatura.com

A CAUSA DEL RISCALDAMENTO GLOBALE IL MARE CONTINUERA’ A CRESCERE E NEL 2080 UNA PARTE DEL NOSTRO PAESE FINIRA’ SOTT’ACQUA COME PREVISTO DAGLI SCIENZIATI E RIPORTATO IN QUESTA CARTINA GEOGRAFICA.

Gli scienziati sono concordi nel dire che un innalzamento del livello dei mari di 3,3 metri avrebbe conseguenze catastrofiche per l’intero Pianeta.

Che aspetto avrebbero le nostre coste?

E quali città sarebbero inghiottite dalle acque?

La risposta arriva dal progetto Flood Maps che, combinando i dati della Nasa alla cartografia di Google Maps, riesce a mostrare gli effetti sul nostro Pianeta in caso di innalzamento del livello dei mari.

Come cambierà la geografia del mondo?

Supponendo un innalzamento del livello del mare di circa 7 metri, sarebbero tante le città costiere inghiottite dal mare.

In Italia, Venezia e Ravenna sarebbero sommerse.

Anche Amsterdam e Rotterdam verrebbero sommerse e, in Gran Bretagna, le acque andrebbero a lambire la città di Oxford.

Quello dell’innalzamento dei livelli del mare è un problema globale: in Asia le prime città a scomparire sarebbero Shanghai e la città vietnamita di Ho Chi Minh.

Anche Astrakan, città russa adagiata sulle rive del Volga, verrebbe inghiottita dalle acque del Mar Caspio.

Negli Stati Uniti sono a rischio le città di New Orleans e Miami.

Ironia della sorte, proprio qui si trova il resort di Mar-a-Lago, residenza del presidente Donald Trump che ormai ha deciso di uscire dagli accordi sul clima di Parigi.

 

 

(Articolo di Marta Frigerio, pubblicato con questo titolo sul n. 33 del 19 agosto 2018 di “AK informa”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas