Crollo del ponte sul fiume Magra: Vergogna !!!!

 

Comunicato Stampa dell’8 aprile 2020

Ci mancava il crollo del ponte sul fiume Magra.

Dobbiamo ringraziare il blocco del traffico causato dal coronavirus se non ci sono stati altri morti, una nuova e immane sciagura per giunta annunciata.

La Procura di Massa Carrara ha posto sottosequestro l’area.

NON BASTA !!!

Non siamo “manettari” ma questa volta vogliamo vedere in carcere i responsabili e non assistere allo scarico delle responsabilità.

Intanto il Governo, o chi per lui, sospenda e mandi a casa tutta la catena di comando dell’Anas e chi doveva controllare al Ministero dei Lavori Pubblici.

ORA BASTA, non avremo pace se su questo episodio non si farà luce.

Lo dobbiamo al nostro compianto maestro Giorgio Nebbia che su questo territorio, IL SUO TERRITORIO, per tutta la sua vita aveva denunciato il massacro ambientale e la conseguente distruzione. 

Guido Pollice,

Associazione “Verdi Ambiente e Società”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas