A Yellowstone hanno vinto gli orsi grizzly

 

L’8 luglio, la Ninth Circuit Court of Appeals si è schierata con Northern Cheyenne Tribe, Sierra Club, Center for Biological Diversity e National Parks Conservation Association e ha confermato la sentenza del tribunale distrettuale del Montana del 2018 che ripristinava le protezioni dell’Endangered Species Act per la popolazione di orsi grizzly della regione del Greater Yellowstone, respingendo le argomentazioni che chiedevano di rimuovere le protezioni avanzate da parte di agenzie federali e statali e organizzazioni venatorie.

Non sarà quindi possibile abbattere gli orsi grizzly con la caccia programmata per i  trofei in Wyoming, Idaho e Montana, dove gli orsi che si sono allontanati dai confini dei parchi nazionali sarebbero stati abbattuti dai cacciatori.

Bonnie Rice, rappresentante senior della campagna Our Wild America di Sierra Club, spiega che «nei tre Stati, circa 700 orsi grizzly vivono dentro e intorno ai parchi nazionali di Yellowstone e Grand Teton. Siamo entusiasti della decisione del tribunale.

Dato il rapido ritmo dell’estinzione e delle crisi climatiche, non è il momento di rimuovere le protezioni che assicureranno che i grizzly di Yellowstone rimangano sulla strada della ripresa».

Earthjustice, che ha rappresentato in tribunale la tribù Cheyenne e le associazioni ambientaliste ha auto successo nel chiedere di ripristinare le protezioni per gli orsi grizzly di Yellowstone che erano state eliminate  nel 2017, grazie anche al fatto che molte Nazioni tribali considerano l’orso un loro parente sacro e hanno lavorato a lungo per proteggere i grizzly.

La Ninth Circuit Court ha stabilito che l’ US Fish and Wildlife Service (USFWS) non aveva tenuto conto adeguatamente degli impatti della diminuzione della protezione per i grizzly di Yellowstone sulle altre popolazioni di grizzly nei 48 Stati Usa contigui e i tre giudici hanno anche denunciato che l’USFWS «ha agito arbitrariamente e capricciosamente» per quanto riguarda la minaccia a lungo termine per la popolazione dei grizzly di Yellowstone a causa del suo isolamento e che l’agenzia federale non ha utilizzato la migliore scienza disponibile sostenendo la rimozione delle protezioni.

L’avvocato di Earthjustice Tim Preso ha dichiarato che «con questa vittoria in appello, gli orsi grizzly nella regione di Yellowstone rimarranno protetti.

Questa è una grandissima vittoria per coloro che si prendono cura di Yellowstone e dei suoi orsi grizzly.

La corte ha giustamente respinto la proposta sbagliata di sottoporre i grizzly di Yellowstone alla caccia per i trofei per la prima volta in 40 anni. 

Il grizzly è un’icona di quel che rimane della nostra natura selvaggia in un momento in cui la nostra  wilderness si sta riducendo e la nostra fauna selvatica è sotto attacco».

Pat Gallagher, direttore dell’ Environmental Law Program di Sierra Club, conclude: «Sierra Club è stato per molti anni un leader nella lotta per proteggere gli orsi grizzly. Tutti possiamo essere orgogliosi di questa vittoria».

(Articolo pubblicato con questo titolo il 15 luglio 2020 sul sito online “greenreport.it”)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas