MALAGÒ E LE OLIMPIADI

 

È durato lo spazio di un mattino (si fa per dire) la favola delle Olimpiadi pagate dai privati: sui giornali romani campeggia l’incredibile ma prevista dichiarazione del signor Malagò “mancano 2 miliardi li metterà il governo”. (vedi http://www.vasonlus.it/?p=30953&preview_id=30953&preview_nonce=db6be0fb72&preview=true)

Questo per mettere le mani avanti.

Domani si vedrà.

Renzi gli ha promesso che dalla finanziaria 2017 accantonerà 140 milioni l’anno.

Non si capisce dove ha saputo che Calatrava finirà le  Vele e farà lo sconto del 50%  “facendoci risparmiare 200 milioni”.

Ma come si permette questo personaggio (novello unto dal signore) di sproloquiare e parlare per conto terzi.

Non solo, cerca di convincere qualche candidato sindaco ad appoggiare la candidatura della città ad organizzare le Olimpiadi del 2024.

Speriamo che costui o costei non caschi nel trabocchetto pur di racimolare qualche voto.

Mi auguro anche che super  Cantone non si accolli quest’altra rogna e che soprattutto i romani (tutti) mettano a tacere l’ineffabile Malagò e chi lo protegge.

E per favore non si chiami in causa il metodo EXPO (non si sa mai come andrà a finire dopo le elezioni).

 

Guido Pollice

Presidente di VAS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas