LE AXIDIE: L’ENNESIMO ABUSO!

 

Leggo dal WWF che alle Axidie – come ormai è pratica consolidata- stanno costruendo di nuovo sbancando terra e cementificando a pochi metri dal mare, succede sempre ormai, appena comincia il freddo e le piogge in modo da evitare testimoni scomodi o ingombranti.

Sempre come di consuetudine,  il cantiere non espone cartelli e come da tradizione si starebbero violando tutte le norme paesistiche sia del PUT che del PRG.

Siccome il sindaco Andrea  Buonocore che a suo dire, si definirebbe più ambientalista di Franco Cuomo e che- come ho scritto in un post precedente- è impegnato tra inaugurazioni di eventi e concelebrazioni liturgiche, vorrei chiedere all’assessore preposto, l’architetto Angelo Castellano (urbanistica / Pianificazione del territorio / Arredo urbano / Verde pubblico / Demanio) : ma cos’altro ancora ha da costruire Savarese in quella zona che è ormai diventata una cittadella fatta di cancelli, ringhiere, videocamere, sbarre di accesso, un lager insomma, anche se con piscine e idromassaggi ma pur sempre un lager, che tipo di autorizzazione hanno chiesto?

Perché i vigili urbani non fanno rispettare le normative e multano il cantiere che non espone il cartello?

L’edificazione in atto sembrerebbe interessata ad un grosso sbancamento, ma soprattutto essa confliggerebbe con tutti i vincoli paesaggistici esistenti.

Chi ha autorizzato questi lavori in zona 1b e 2 del PUT dove dovrebbe essere vietata ogni costruzione sia pubblica che privata?

Naturalmente VAS ritiene che in quell’area, ovvero, tutta la piana di Marina d’Equa, non ci sia più nulla da difendere o conservare dal punto di vista ambientale, naturalistico e paesaggistico, poiché tutta la zona è stata orrendamente devastata da interventi brutti quanto inappropriati.

VAS su le Axidie, per le ingombranti cabine/loculi di cemento presentò un esposto alla procura.  

Ora VAS chiede all’assessore di fornire una qualche risposta che sia credibile perché se l’ambiente è perso in tutta quella zona colonizzata da baristi, ristoratori e albergatori, nonostante Andrea Buonocore si definisca sindaco ambientalista, si è forse persa anche la legalità in questo paese?

 

(Articolo di Franco Cuomo, responsabile del Circolo Territoriale di Vico Equense “Giovanni Esposito”, pubblicato con questo titolo il 30 novembre 2017 sul blog “Cronache da Agharta”)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas