Clima, famiglia Thunberg in un nuovo libro racconta l’infanzia di Greta. “A 11 anni stava sparendo”

 

“La nostra casa è in fiamme” è il nuovo libro di Greta Thunberg scritto insieme alla mamma Malena, cantante lirica di successo, al papà Svante, attore, e alla sorella più piccola Beata.

Racconta la difficile infanzia dell’attivista per il clima 17enne svedese, affetta dalla sindrome di Asperger e da disturbo ossessivo-compulsivo.

Nel volume, la mamma Malena Ernman, descrive come Greta ad 11 anni avesse quasi smesso di parlare e di mangiare a scuola e come l’attivismo sia stato fondamentale per superare i disturbi alimentari.
“Stava lentamente scomparendo in una qualche oscurità”, si legge nel libro di cui l’Observer ha pubblicato alcuni estratti.

Ha smesso di suonare il piano.

Ha smesso di ridere.

Ha smesso di parlare.

Ha smesso di mangiare“.

Perse 10 chili in un mese.

Stava per essere ricoverata in ospedale quando è scattata la svolta: un film visto in classe sulla plastica nell’oceano.

Vide quello che noi non volevamo vedere – spiega la madre – è stato come se potesse vedere le emissioni di Co2 ad occhio nudo“.

Così nell’estate del 2018 ha iniziato i suoi scioperi per il clima, davanti all’ufficio del premier svedese.

A lei si sono uniti altri manifestanti.

La madre ricorda come un attivista di Greenpeace le offrì del cibo lei lo mangiò come non aveva mai fatto prima visto che si nutriva solo di riso, avocado e gnocchi.

Nel 2019, il Time Magazine l’ha nominata persona dell’anno.

Greta andrà nel Regno Unito questa settimana per partecipare ad una protesta per il clima a Bristol.

 

(Articolo pubblicato con  questo titolo il 23 febbraio 2020 sul sito online del quotidiano “la Repubblica”)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas