Un quarto delle piante della Terra riunite in mega-catalogo

 

Un quartoe delle piante.1.

Ci sono voluti gli sforzi dei ricercatori di 14 Paesi del mondo per realizzare quello che ad oggi è “il più completo studio sui caratteri morfologici e funzionali delle piante“: un vero e proprio mega-catalogo che descrive nel dettaglio circa un quarto degli organismi del mondo vegetale esistenti, dalla minuscola Arabidopsis alla maestosa sequoia.

Il lavoro è stato pubblicato su Nature, e vede la firma anche di un botanico italiano, il professor Bruno Cerabolini dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Lo studio, guidato da Sandra Diaz dell’Universidad Nacional de Córdoba, ha analizzato nel dettaglio “lo spettro globale di forme e funzioni delle piante, prendendone in considerazione altezza, superficie delle foglie, peso dei semi, azoto contenuto nelle foglie, biomassa, e densità di foglie e fusti“.

Quello che è emerso è che “gli aspetti fondamentali della forma e della funzione della piante, come ad esempio le dimensioni delle piante intere, delle foglie e dei semi, ma anche le proprietà fisiche e chimiche dei loro tessuti, tendono a combinarsi tra di loro secondo poche modalità comuni, selezionate dall’ambiente nel corso dell’evoluzione“.

Questi dati, spiega Cerabolini, dicono in pratica che “non esiste un numero di combinazioni infinito nel mondo vegetale. Inoltre ci permettono di vedere come ciascuna specie si colloca funzionalmente rispetto al resto del mondo vegetale, e di poterne prevedere il comportamento all’interno degli ecosistemi“.

Si potrà capire, ad esempio, la loro capacità di produrre biomassa, di depurare l’aria e l’acqua, o più in generale di migliorare il benessere dell’ambiente in cui viviamo.

 

(ANSA del 28 gennaio 2016, ore 11:51)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vas